“What if… Cosa succede se?” L’educazione finanziaria per le famiglie

Pubblicato il: 14 Giugno 2024

L’educazione finanziaria come strumento di politica sociale e di contrasto alla povertà. Dal mese di marzo 2023 ha preso avvio “What if… Cosa succede se?”, progetto a sostegno delle famiglie in difficoltà per migliorare la loro capacità di pianificazione e gestione delle risorse economiche. Il progetto, finanziato da Fondazione ASM nel quadro del bando “Usato sicuro 2022 – Per il trasferimento di esperienze eccellenti”, trae dall’esperienza dell’impresa sociale milanese Eqwa SRL un percorso di formazione, abilitazione e sperimentazione sul campo dell’innovativa figura dell’Educatore Finanziario.

Le origini: la sperimentazione di EQWA a Milano

Obiettivo del bando “Usato Sicuro” era sostenere il trasferimento di progetti e di modelli di interventi già sperimentati e collaudati da altri enti all’interno di altri territori. Il progetto presentato dalla cooperativa ha ricevuto un contributo di 22mila euro per trasferire sul territorio bresciano il progetto di Educazione Finanziaria di Eqwa SRL, che si fonda su un assunto: l’educazione finanziaria è un efficace strumento di politica sociale e permette di ridurre i divari e le differenze socioeconomiche tra le famiglie.

La necessità di avviare questa sperimentazione arriva dall’esperienza sul campo della cooperativa, che da anni gestisce varie tipologie di servizi legati alle povertà e per lo sviluppo dell’autonomia personale: l’accompagnamento educativo è sempre molto orientato allo sviluppo delle competenze di base, ma tralasciano – anche per carenza di competenze – il tema della gestione delle risorse economiche; e d’altra parte, le famiglie che accedono a questi servizi mostrano scarse competenze su questo tema. Eppure, l’attenzione alle questioni economiche è fondamentale per andare oltre la risposta all’emergenza e realizzare un accompagnamento efficace sul lungo periodo.

Un percorso di educazione finanziaria è un accompagnamento che consente al cittadino di affrontare con maggiore consapevolezza tutte le fasi della vita e gli eventi di transizione. E proprio la consapevolezza è il principio che dà nome al progetto lanciato dalla cooperativa; pianificare le spese e gli investimenti significa interrogarsi sul proprio futuro anche dal punto di vista finanziario, chiedendosi: “Cosa succede se…?”.

Per condurre questo tipo di accompagnamento, Eqwa SRL ha messo a punto una formazione specifica e un test di abilitazione che certifica le competenze dell’Educatore Finanziario e l’utilizzo di Life Maps, strumento di pianificazione personale conforme agli standard di qualità definiti dall’Ente Italiano di Normative (UNI).

L’educatore finanziario

Quella dell’Educatore Finanziario è una figura innovativa nel panorama dei servizi sociali: il suo ruolo è fornire alle famiglie supporto – senza mai sconfinare nell’intermediazione – per affrontare in sicurezza le sfide della vita economica: controllare le entrate e le uscite e migliorare il proprio comportamento di spesa, pianificare la gestione di debiti e pagamenti a rate, proteggersi da imprevisti, raggiungere obiettivi futuri.

Il progetto prevede la formazione e l’abilitazione di sei Educatori Finanziari all’interno della Cooperativa La Sorgente: il percorso formativo ha preso il via a marzo ed il prossimo passo sarà sperimentarne l’inserimento, a partire dal mese di giugno, nelle équipe di lavoro dei servizi a supporto delle famiglie in difficoltà di Montichiari e Salò: una piccola, ma importante innovazione che renderà più efficace il lavoro di contrasto alle povertà sul nostro territorio.