La rete antiviolenza mette in sinergia più realtà con l’obiettivo di garantire aiuto, sostegno e accompagnamento in maniera efficace e strutturata alle donne vittime di violenza. Una equipe multidisciplinare prende in carico le situazioni di disagio strutturando progetti che proteggano e sostengano la vittima. La Cooperativa La Sorgente è uno dei partner di “Tessere Legami” una rete interistituzionale che monitora ed affronta la problematica della violenza di genere attraverso azioni di prevenzione e contrasto e attraverso strumenti di promozione della cultura del rispetto e della parità.

La Sorgente è convenzionata come capofila per la casa rifugio attiva h24, e si occupa anche, per la “Casa delle donne”, della convenzione per i trasporti attraverso la quale le educatrici possono fare accoglienza alle donne che hanno subito violenza, direttamente nelle mura del pronto soccorso.

IL PROTOCOLLO D’INTESA. Il protocollo di intesa per la creazione di una rete territoriale prevede la collaborazione dei servizi sociali comunali, i consultori familiari pubblici e privati accreditati, i presidi ospedalieri, i servizi per la tutela dei minori e le forze dell’ordine.

Aderiscono a questa rete 76 comuni divisi su 4 ambiti 9-10-11-12 e i seguenti enti territoriali: Prefettura di Brescia, ATS Brescia, ASST del Garda, Centro Antiviolenza onlus “Casa delle Donne” CAD – Brescia, Azienda Speciale Consortile Garda Sociale, Organizzazioni Sindacali CGIL – CISL – UIL, Consultorio Accreditato “Nodi” – Società cooperativa Area, CAV – Centro Aiuto alla Vita di Desenzano del Garda, Consorzio Tenda – Montichiari, La Sorgente – Cooperativa Sociale onlus, La nuvola nel sacco – Cooperativa Sociale onlus, Associazione da Donna a Donna – Salò, Associazione Gratitudine onlus di Lonato del Garda, Associazione Donne Oltre di Manerbio, Istituti Comprensivi territoriali, Sistema bibliotecario Brescia – Est, Sistema bibliotecario Brescia Nord-Est.

OBIETTIVI DELLA RETE. Obiettivo primario è quello di fornire tutela e prevenzione per scongiurare gli atti di violenza fisica e psicologica ai danni della donna. Le azioni della rete sono volte a combattere la frammentarietà che spesso affligge i servizi di supporto e tutela, col fine di garantire percorsi di aiuto e accompagnamento strutturati ed efficaci. Dal sostegno psicologico a quello medico, passando per quello giuridico.

Il team multidisciplinare, orientato nella sua azione a tessere legami tra i vari servizi a supporto, lavorerà anche sulle tematiche della sensibilizzazione della comunità sul tema della violenza di genere, opererà nella formazione interdisciplinare e congiunta degli operatori territoriali, individuerà e gestirà percorsi personalizzati rivolti alla vittima di violenza, sosterrà la presa in carico dell’autonomia con risorse economiche e professionali dedicate con la finalità di emancipare la donna dalla violenza subita.